INUTILE CERCARE DI FERMARE LE IDEE

INUTILE  CERCARE  DI  FERMARE  LE  IDEE
ALL'INTERNO DI MOLTI POST CI SONO DEI COLLEGAMENTI IPERTESTUALI CHE RIMANDANO AD ALTRI POST O FONTI - SONO RICONOSCIBILI DAL COLORE DEL CARATTERE BLU IN GRASSETTO

sabato 7 maggio 2011

La Costituzione italiana - è rispettata? è applicata?

VAI ALLA PAGINA

Innanzitutto cos'è la Costituzione italiana ?


La risposta ce la da' la Costituzione stessa: 

Art. XVIII disposizioni transitorie e finali:
"La Costituzione dovrà essere fedelmente osservata come Legge fondamentale della Repubblica da tutti i cittadini e dagli organi dello Stato".



In che senso è legge fondamentale se a sua volta rimanda spesso ad altre leggi ?
In realtà la Costituzione è un modello che l'organo che ha il compito di fare le leggi deve osservare nel fare le leggi. E' un insieme di principi che richiedono la loro applicazione, nel tempo, mediante regole (Leggi) che devono però essere in armonia con essa. Una legge che non è in armonia con la Costituzione viene definita illegittima e subito cancellata, se qualcuno la sottopone alla Corte Costituzionale, diversamente resta in vigore anche in eterno.
Art. 134 Cost.:  
"La Corte Costituzionale giudica: sulle controversie relative alla legittimità costituzionale delle leggi e degli atti, aventi forza di legge, dello Stato e delle Regioni"; 
Art. 136 Cost.: 
 "Quando la Corte dichiara l'illegittimità costituzionale di una norma di legge o di atto avente forza di legge, la norma cessa di avere efficacia dal giorno successivo alla pubblicazione della decisione."
Chi ha il compito di fare le leggi?
Art. 70 Cost.: 
"La funzione legislativa è esercitata collettivamente dalle due Camere (Camera dei deputati e Senato della Repubblica - nDA)."
Art. 71 Cost.: 
"L'iniziativa delle leggi appartiene al Governo, a ciascun membro delle Camere ed agli organi ed enti ai quali sia conferita da legge costituzionale. 
Il popolo esercita l'iniziativa delle leggi, mediante la proposta, da parte di almeno cinquantamila elettori, di un progetto redatto in articoli."

Il Parlamento è quindi l'organo legislatore - che legifera su richiesta di/del:
  • qualsiasi suo membro (deputato o senatore);
  • governo;
  • enti legittimati da legge costituzionale;
  • DAL POPOLO SOVRANO (che non ha mai avuto il piacere di vedere discussi i suoi disegni di legge presentati).
Se una legge dovesse scontrarsi con la Costituzione e qualcuno fra il popolo dovesse avere dubbi di illegittimità deve rispettarla?
Sì perché l'unico organo che può abrogare una legge illegittima è la Corte costituzionale, che però è composta per i 2/3 dei suoi membri da persone scelte dai politici (bello fare quello che si vuole avendo una carica parlamentare vero ?)
Art. 135 Cost.:  
"La Corte costituzionale è composta di quindici giudici nominati per un terzo dal Presidente della Repubblica, per un terzo dal Parlamento in seduta comune e per un terzo dalle supreme magistrature ordinaria ed amministrative."  
La Corte Costituzionale non può essere nemmeno adita DIRETTAMENTE dai cittadini sovrani, e quindi occorre che qualcuno sottoponga alla Corte Costituzionale una legge apparentemente o palesemente illegittima attraverso i canali indicati dalla Legge (magistratura), ma questo non per dettato costituzionale ! Hanno deciso così i politici nella legge che regola il funzionamento della Corte Costituzionale (Legge 87/53). La Costituzione, invece, all'art. 102 lascia intendere ben altro, ovvero che: "La legge regola i casi e le forme della partecipazione diretta del popolo all'amministrazione della giustizia.".
Molti principi costituzionali mancano ancora di leggi attuative ( e sono trascorsi ben 65 anni dalla sua entrata in vigore) ma quelli più importanti riguardano il principio cardine della democrazia: "la sovranità popolare", chiaramente espresso all'art. 1 comma 2 della Costituzione:

"La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione".

Alcuni principi costituzionali che riguardano la partecipazione popolare e alcuni strumenti di democrazia diretta non sono ancora stati attuati con legge ed altri sono stati fortemente impediti mediante una sola legge attutiva (la legge 25 maggio 1970, n. 352).

  • Dove sono le leggi che permettono ai cittadini quanto stabilito dagli artt. 46, 50 e 102 Cost. ?
  • Come sono stati applicati i principi di cui agli artt. 71 comma 2, 75, 118, 123 e 138 Cost. ?

Questi articoli, come ripeto, riguardano il cardine della democrazia che da quanto si evince leggendo attentamente tutta la Costituzione italiana doveva essere un traguardo da raggiungere nel tempo ... traguardo che si allontana sempre più grazie ai furbi che hanno scelto la carriera politica ed hanno praticamente invaso ogni istituzione dello Stato ed ai poveri elettori che non hanno capito ancora nulla e non vogliono capire nulla forse perché è più comodo delegare a pochi eletti ogni responsabilità piuttosto che partecipare alle decisioni.


Se poi dovessimo andare a verificare come sono stati applicati tanti altri importanti principi costituzionali non basterebbe un libro per descrivere le porcate che hanno fatto in decenni i nostri politicanti al governo. 

La Costituzione dovrebbe essere insegnata ai cittadini fin dall'età scolare?
Molti pensano di sì, poiché è la Legge fondamentale della Repubblica, ma le Scuole di qualsiasi grado sono soggette alle direttive del "Ministero dell'Istruzione, Università e Ricerca" e quindi alle direttive dei politici.
Se molti sono delusi dai politici e del mancato rispetto e/o applicazione della Costituzione italiana, nonché della sua scarsa conoscenza, potranno ora comprendere perché la Costituzione italiana non è insegnata ed applicata dovutamente.

Ognuno però è libero di leggerla, studiarla ed insegnarla ai propri figli e familiari... anche se non servirà a NULLA fino a che il popolo non sarà realmente SOVRANO e continuerà a cedere la sua sovranità ai politici ... specialmente continuando a votare, fra l'altro con una legge elettorale ILLEGITTIMA !

Quando i politici abusano del loro ruolo ed esagerano ... non c'è altra via se non quella della DISOBBEDIENZA.




7 maggio 2011
Bruno Aprile - tel. 3472954867 - Locate Varesino (CO) - CCDD Comitato Cittadino Democrazia Diretta

Nessun commento:

Posta un commento

Il tuo commento non sarà pubblicato subito ma non appena avrò letto la e-mail che mi notificherà il commento in attesa di moderazione. Grazie della collaborazione