INUTILE CERCARE DI FERMARE LE IDEE

INUTILE  CERCARE  DI  FERMARE  LE  IDEE
ALL'INTERNO DI MOLTI POST CI SONO DEI COLLEGAMENTI IPERTESTUALI CHE RIMANDANO AD ALTRI POST O FONTI - SONO RICONOSCIBILI DAL COLORE DEL CARATTERE BLU IN GRASSETTO

venerdì 21 ottobre 2011

Comunismo/Socialismo (giusto per chiarire)



Da questo breve scambio su piattaforma Facebook ho pensato di chiarire bene il mio punto di vista:

Da questo post di un iscritto ad una pagina Facebook è nato lo scambio:







"Nessuno che si indigna per le bandiere di rifondazione comunista presenti nel corteo ?" (corteo del 15 ottobre scorso - nDA)

Io: sono ormai inoffensivi.

Utente Facebook:  io mi indigno per il qualunquismo ed il trollismo di (omissis).. (chi se ne frega.. bruno, lasciando stare rifondazione che non la considero molto, lei cosa ha contro il marxismo?)

Io: Io cosa ho contro il marxismo ? Io non mi interesso di filosofie ma solo di democrazia vera e le rappresentanze di qualsiasi colore non mi interessano, tanto meno quelle più ipocrite e demagogiche. Posso coltivare rispetto in quelle rappresentanze che riconoscono ai cittadini il loro potere sovrano... che ancora in Italia non esistono.

Utente Facebook: parli di inoffensività comunista (se mi parla del partito, le ripeto, anche per me può andare a quel paese).. la filosofia è la miglior politica..
ah scusa se la democrazia l'hanno inventata filosofi...

Io: e di chi dovrei parlare? Il partito ha le sue colpe e chi li vota no ? Come vive un partito ? di filosofia ? come vivono gli elettori di quel partito ? di promesse irrealizzabili ? L'amore ideologico non cambia i sistemi politici... almeno io non ci credo perché penso di conoscere il sistema italiota ed anche chi con questo sistema ci mangia. Non credo neppure che con l'amore per un'ideologia che non verrà mai applicata e concretizzata fino a che a comandare saranno sempre pochi col benestare del popolo ed anche di chi ha questo amore per le ideologie, si possano cambiare le cose. Direi che è il caso di lasciar perdere la filosofia e di essere un pochino più pratici utilizzando gli strumenti leciti, legittimi ed a nostra disposizione... e non sono certo i partiti (63 anni di storia costituzionale docent).

Utente Facebook: ovvio.. per questo esiste il comunismo... ‎(se lo si conosce nella sua teoria).

Io: Forse mi spiego male ma se leggessi qualche mio post, anche da questa stessa pagina (nelle varie note) comprenderesti cosa voglio dire. Del comunismo moltissimi conoscono le attività pratiche dei loro capi che governano alcune nazioni e pochissimi conoscono la teoria. Questo significa che in tutto il mondo l'ideologia comunista o socialista non è realizzabile fino a che a comandare saranno pochi (lobbies, illuminati, etc.). E' molto più probabile avvicinarsi al suo fine rendendo le popolazioni realmente democratiche dove il potere è esercitato dai cittadini ed i rappresentanti diventano esecutori della volontà espressa dai cittadini. E' più probabile e realizzabile la Democrazia Diretta (in quanto esistente già in alcuni paesi) che l'ideologia comunista o socialista... che non esiste all'atto concreto e pratico in nessuna parte del mondo.

Utente Facebook: OK d'accordissimo! :)
________

A CONCLUSIONE:

Io non ce l'ho con chi crede in un ideale che ha a che fare con l'equità sociale, l'altruismo e l'ottenimento del necessario per tutti o gran parte dei componenti di una società di persone... ce l'ho a morte con chi, in politica (ed anche fra l'elettorato) strumentalizza tali ideologie per farsi solo ed esclusivamente i cazzi suoi e sostenere un sistema da cui trae gli stessi vantaggi e privilegi di chi criminalizza. In definitiva chi ha un'ideologia che non può realizzarsi per mezzo della politica fatta da pochi "eletti" dovrebbe quanto meno astenersi dal votare, e dal tifare per quelle sanguisughe che strumentalizzano i loro stessi problemi, compreso il sostenere le loro sceneggiate di piazza.
Bisogna lasciarli da soli ed ignorarli completamente perché sono soltanto degli ipocriti.
Anche fra le tifoserie poi ci sarebbe da ridire (ovvero su chi esce in piazza con le bandiere rosse, la falce ed il martello o l'immagine di Che Guevara) poiché la lotta fra poveri l'hanno inventata i potenti ma i poveri l'hanno accettata e si fanno guerra fra loro stessi (nel mondo del lavoro prima di tutto... dove gli stessi compagni si fanno le scarpe l'un l'altro.).

Parliamo di sovranità popolare e come ottenerla, se volete... il resto non mi interessa e mi danneggia soltanto.

Nessun commento:

Posta un commento

Il tuo commento non sarà pubblicato subito ma non appena avrò letto la e-mail che mi notificherà il commento in attesa di moderazione. Grazie della collaborazione