INUTILE CERCARE DI FERMARE LE IDEE

INUTILE  CERCARE  DI  FERMARE  LE  IDEE
ALL'INTERNO DI MOLTI POST CI SONO DEI COLLEGAMENTI IPERTESTUALI CHE RIMANDANO AD ALTRI POST O FONTI - SONO RICONOSCIBILI DAL COLORE DEL CARATTERE BLU IN GRASSETTO

venerdì 24 febbraio 2012

Io uso Facebook (come molti)



Ma per un solo scopo:

Volete sapere di più sulla Democrazia Diretta e/o cosa fare per avere più voce in capitolo in veste di semplici cittadini elettori ?

Contattatemi:
tel. 3472954867
e-mail: brunoaprile.aprile@gmail.com
nome utente skype: brunoaprile

Il primo ed unico obiettivo che a mio avviso occorre perseguire, al quale mi dedicherò è:

L'introduzione di referendum vincolanti (per l'amministrazione) e senza quorum negli Statuti comunali (a partire dai PICCOLI Comuni).
Perché (primo ed unico obiettivo) ?

Risposta:

Perché esistono delle basi costituzionali e legislative che lo consentono SE I CITTADINI lo richiedono nelle FORME PREVISTE dalla legge.

Le forme sono quelle previste ai commi 1 e 3 dell'art. 8 del Dlgs 267/00.
  • Istanze
  • Petizioni
  • Proposte
e nel caso di mancato riscontro alle istanze, petizioni e proposte di cittadini singoli e/o associati, attraverso l'Azione popolare prevista all'art. 70 dello stesso decreto legislativo.

La Costituzione invece prevede le iniziative popolari e la partecipazione popolare agli artt. 46, 50, 56, 58, 71, 75, 138, 102, 118 e 123 Cost. di cui tutti i politici se ne fottono e peggio ancora la stragrande maggioranza degli italioti ... infatti gli italioti non sanno (e non vogliono sapere anche quando sanno)  che le iniziative popolari soprattutto a livello nazionale sono state fortemente IMPEDITE (dire ostacolate è dir poco) dalla legge attuativa (L.352/70) - gli artt.  46, 50, 102 inapplicati perché non esiste ancora NESSUNA LEGGE che consenta ai cittadini di esercitare i diritti in essi espressi CHIARAMENTE e gli artt. 56 e 58 raggirati con una legge elettorale palesemente ILLEGITTIMA (anti-costituzionale).



Per queste ragioni ... non voglio sentire propagande politiche di nessun genere perché se in Italia è sovrano il popolo ... il POPOLO deve pretendere i diritti che appartengono ad un sovrano e coi cittadini a cui non interessano tali diritti o adducono PRETESTI, anche banali, per criticarli o per giustificare la loro mancata o negata applicazione non ci perdo nemmeno più tempo a discutere.


Alcune mie vedute si possono conoscere leggendo i post sotto indicati:

Partecipazione popolare
- Il mito del parlamento sovrano
- La sovranità appartiene al popolo che la esercita ...

Per fare quanto sopra credo sia più opportuno avvalersi di comitati o associazioni di cittadini già esistenti per informare PRIMA la cittadinianza e POI le amministrazioni locali sui benefici della Democrazia Diretta e come introdurla gradualmente partendo dai Comuni.

Si può anche decidere di far parte del CCDD - Comitato Cittadino Democrazia Diretta per formare nel proprio Comune un gruppo locale poiché il CCDD è un comitato già regolarmente costituito e registrato dal gennaio 2010 che opera in tutto il territorio nazionale.

Il CCDD non è un partito, non è un movimento politico, non è una lista civica e non diventerà mai nulla di tutto ciò e non si presenterà quindi mai a nessuna competizione elettorale perché crede che sia più utile far leva sui già troppi partiti esistenti mediante la richiesta  popolare.

- Blog del CCDD

Chi fosse interessato a discutere, senza impegno alcuno, su come e perché introdurre i referendum vincolanti e senza quorum a partire dai piccoli Comuni nei loro Statuti ho creato questo Forum ove occorre registrarsi.

Ogni iniziativa a sostegno della Democrazia Diretta è ben gradita e sostenuta dal sottoscritto e dal CCDD, come ad esempio questa.
Ogni altra questione che vede sempre i rappresentanti eletti DI QUALSIASI PARTITO O MOVIMENTO POLITICO in primo piano NON MI INTERESSA !!!

Nessun commento:

Posta un commento

Il tuo commento non sarà pubblicato subito ma non appena avrò letto la e-mail che mi notificherà il commento in attesa di moderazione. Grazie della collaborazione