INUTILE CERCARE DI FERMARE LE IDEE

INUTILE  CERCARE  DI  FERMARE  LE  IDEE
ALL'INTERNO DI MOLTI POST CI SONO DEI COLLEGAMENTI IPERTESTUALI CHE RIMANDANO AD ALTRI POST O FONTI - SONO RICONOSCIBILI DAL COLORE DEL CARATTERE BLU IN GRASSETTO

martedì 28 agosto 2012

Non posso farne a meno (Trenitalia mi ha davvero rotto)

Non c'è un cazzo da fare ... in qualche modo devo sfogarmi.

Sono ormai davvero convinto che abbiamo un trasporto ferroviario da terzo mondo ... perché in mano a dei parassiti, raccomandati, amici di politicanti da strapazzo e manager di una mediocrità vomitevole, ma soprattutto truffatori e ladri !

Oggi pomeriggio parto da Genova Brignole con treno Regionale Veloce n. 2170 delle ore 16:20.

Alle 15:50 il treno era già pronto sul binario previsto (binario 5) e su 7 carrozze soltanto 3 avevano l'impianto di climatizzazione semi-funzionante (nel senso che l'aria fresca si percepiva lievemente) ... le restanti 4 carrozze erano dei FORNI !
Faccio notare che erano vetture di vecchia generazione, ovvero erano vetture a cui gli impianti di climatizzazione sono stati aggiunti in seguito e che avevano la maggior parte dei finestrini modificati per restare bloccati chiusi (come in tutti i treni dotati di climatizzatore).
In sostanza i SOLDI per dotare anche vecchi treni di determinati confort si sono SPESI ! Ma se non funzionano mai a che cosa è servita la spesa ? (che pagano comunque sempre i viaggiatori - o tramite lo Stato o la Regione, o tramite aumenti di biglietti e abbonamenti).


Inoltre 4 porte di discesa/salita erano GUASTE ! E siccome quel treno lo sto prendendo spesso so che quelle porte sono guaste da TEMPO !

Ora Merditalia crede che con un semplice cartello che indica la porta inutilizzabile o guasta si è messa a posto con la coscienza, e idem vale con gli impianti di climatizzazione (che non sono segnalati come guasti).
In pratica il compito del personale viaggiante (capo treno) sembra che sia prevalentemente quello di controllare che tutti abbiano il biglietto valido e obliterato. Stop !
Un capo treno dovrebbe anche controllare il treno e la sua efficienza, oltre che chiedere i biglietti, e dovrebbe segnalare ogni guasto al personale addetto alla manutenzione (sui libri di bordo).
Magari qualcuno lo fa anche ... ma il problema è che qualcun altro nei depositi, parchi e officine se ne FOTTE ! ... e lascia sempre i convogli con i guasti perenni mandando in giro quei cessi così come sono (toilettes senza acqua, senza sapone, senza salviette, guaste, con serrature difettose - per aggiungere altri inconvenienti a quelli citati sopra).

In teoria una carrozza con troppi guasti dovrebbe essere scartata già dai verificatori (personale che controlla il convoglio prima di lasciare il parco al primo servizio/viaggio) ... ma sicuramente un verificatore troppo zelante in quell'ambiente di merda verrebbe irrimediabilmente segato perché il suo CAPO sicuramente gli direbbe che il treno deve partire ugualmente così come si trova (chi se ne fotte dei passeggeri ! l'importante è che abbiano il biglietto - obliterato ... altrimenti MULTA e/o sovrapprezzo per diritti di esazione).

In precedenti post lamentavo l'assurdità che chi deve viaggiare in treno spesso deve cercare per TUTTO IL TRENO il personale viaggiante per avvertirlo che le biglietterie sono chiuse (o guaste se automatiche) e/o che le convalidatrici automatiche sono TUTTE guaste (piccole stazioni assai frequentemente) ... ma il viaggiatore, IMMAGINATE CHI HA MOLTI BAGAGLI O UN BAGAGLIO PESANTE !, deve anche percorrere tutto il treno per cercare un posto a sedere in una carrozza climatizzata per non arrostire e/o per trovare una carrozza con la porta di discesa FUNZIONANTE (per non dover correre col bagaglio lungo carrozze affollate in cerca di porte funzionanti al momento dell'arrivo alla stazione desiderata).

Ma le corna a questa gente (dirigenti, funzionari, capi, etc.) non gliele rompe mai nessuno ?

Nessun commento:

Posta un commento

Il tuo commento non sarà pubblicato subito ma non appena avrò letto la e-mail che mi notificherà il commento in attesa di moderazione. Grazie della collaborazione