INUTILE CERCARE DI FERMARE LE IDEE

INUTILE  CERCARE  DI  FERMARE  LE  IDEE
ALL'INTERNO DI MOLTI POST CI SONO DEI COLLEGAMENTI IPERTESTUALI CHE RIMANDANO AD ALTRI POST O FONTI - SONO RICONOSCIBILI DAL COLORE DEL CARATTERE BLU IN GRASSETTO

mercoledì 26 dicembre 2012

Legge elettorale e legittimità costituzionale

Aggiungi didascalia
Lasciamo stare quello che dico io (che sono nessuno) e vediamo cosa dice qualcuno che non è un nessuno.

Trascrivo le dichiarazioni, lette in questo articolodi Fulco Lanchester:







«Il Porcellum è incostituzionale ma solo la Corte può sollevare la questione»

Per Lanchester la legge Calderoli «è una porcata incostituzionale ed è peggiore della stessa legge Mattarella perché è incostituzionale». Ma il professore ha spiegato che «solo la Corte costituzionale può sollevare la questione d’incostituzionalità sul Porcellum e provocare a quel punto la reviviscenza del Mattarellum».
Così facendo, la Suprema corte rileverebbe «le anomalie di una legge che ha sottratto agli elettori il diritto di scegliere i rappresentanti e ha introdotto al suo posto il principio della nomina dei partiti».
Le conseguenze di un atto del genere «sarebbero esplosive». Ma, finora, la Corte non ha mai pensato di mettere in dubbio la legittimità del Porcellum.
UN ALTRO VOTO COSÌ. Comunque, la sua considerazione finale è più da politico che da costituzionalista: «Se la Corte riterrà ammissibile il referendum, il parlamento farà in modo di indire le elezioni nel 2012 proprio per non permettere la consultazione popolare. Se, invece, i quesiti saranno dichiarati inammissibili le urne potrebbero essere posticipate al 2013. In entrambi i casi, voteremo col Porcellum».
Venerdì, 30 Settembre 2011
_____
Da ciò evidenzio:
" ...ma solo la Corte (costituzionale) può sollevare la questione."

Al di la del fatto che non è assolutamente vero che solo la Corte può sollevare la questione ... mi chiedo:
cosa ha fatto la Corte Costituzionale in 7 anni ormai trascorsi al riguardo ?

Voglio ricordare che i membri della Corte Costituzionale sono scelti per 1/3 dal presidente della repubblica e per altro 1/3 dal parlamento (quindi da politici facenti parte della Casta - art. 135 cost.), ovvero da una Casta che si è costruita da sola e non secondo il metodo stabilito dalla Costituzione italiana (v. questo video).

Ma torniamo alla mia affermazione: "non è assolutamente vero che solo la Corte etc. etc."

Personalmente avevo scritto alla Corte Costituzionale per sapere come sottoporre una questione di legittimità costituzionale di una legge o parte di essa ... e la Corte mi ha risposto come di seguito:

Clicca qui per leggere la risposta:

Infatti la legge che regola il funzionamento della Corte costituzionale recita:


Legge 11 marzo 1953, n. 87
"Norme sulla costituzione e sul funzionamento della Corte costituzionale."

Capo II - Questioni di legittimità costituzionale
Art. 23.
Nel corso di un giudizio dinanzi ad una autorità giurisdizionale una delle parti o il Pubblico Ministero possono sollevare questione di legittimità costituzionale mediante apposita istanza, indicando:
 a) le disposizioni della legge o dell'atto avente forza di legge dello Stato o di una Regione, viziate da illegittimità costituzionale;
b) le disposizioni della Costituzione o delle leggi costituzionali, che si
assumono violate.
L'autorità giurisdizionale, qualora il giudizio non possa essere definito indipendentemente dalla risoluzione della questione di legittimità costituzionale o non ritenga che la questione sollevata sia manifestamente infondata, emette ordinanza con la quale, riferiti i termini ed i motivi della istanza con cui fu sollevata la questione, dispone l'immediata trasmissione degli atti alla Corte costituzionale e sospende il giudizio in corso.
La questione di legittimità costituzionale può essere sollevata, di ufficio, dall'autorità giurisdizionale davanti alla quale verte il giudizio con ordinanza contenente le indicazioni previste alle lettere a) e b) del primo comma e le disposizioni di cui al comma precedente.
L'autorità giurisdizionale ordina che a cura della Cancelleria l'ordinanza di trasmissione
degli atti alla Corte costituzionale sia notificata, quando non se ne sia data lettura nel pubblico dibattimento, alle parti in causa ed al Pubblico Ministero quando il suo intervento sia obbligatorio, nonché al Presidente del Consiglio dei ministri od al Presidente della Giunta regionale a seconda che sia in questione una legge o un atto avente forza di legge dello Stato o di una Regione.
L'ordinanza viene comunicata dal cancelliere anche ai Presidenti delle due Camere del Parlamento o al Presidente del Consiglio regionale interessato.

Si evince che la Corte Costituzionale se non viene chiamata in causa non si esprime sulla legittimità o meno di una legge, o parte di essa. Esiste una procedura che la chiama in causa, ma attraverso un'altra autorità giudiziaria.
Chiaro ?

Domanda:
Cosa hanno fatto in 7 anni ?

  • I politicanti APPARENTEMENTE contrari al Porcellum ?
  • I magistrati APPARENTEMENTE contrari al Porcellum ?
La gente dovrebbe chiedersi anche:

Un disegno di legge viene esaminato attentamente dai membri di una Commissione parlamentare che deve poi sottoporlo all'assemblea (a tutti i parlamentari). I membri della Commissione parlamentare devono esaminare, discutere e/o emendare (modificare) se vogliono il disegno di legge ... poi votarlo e quindi trasmetterlo alle Camere per il voto definitivo. Un disegno di legge per diventare legge DEVE ESSERE VOTATO A MAGGIORANZA DA ENTRAMBE LE CAMERE. Se una delle due camere boccia il disegno di legge questo NON DIVENTERA' MAI LEGGE ! (dedicato ai coglioni che pensano che un disegno di legge possa diventare legge per volere di un presidente del consiglio, o di un deputato o senatore che lo hanno presentato).


A differenza di altre leggi per cui non è richiesto il parere del singolo parlamentare, la legge elettorale per l'importanza che ha, impone che sia conosciuta da TUTTI i parlamentari che poi la voteranno in assemblea dopo il via della Commissione parlamentare.

Ergo:
Non si accorge nessun parlamentare della Commissione ? (solitamente composta da una trentina di membri o più ) che c'è qualche cosa di illegittimo nel disegno di legge che sta esaminando ?
Non si accorge poi nessuno ?  dei 945 parlamentari che lo dovranno votare in assemblea della stessa cosa ?
Già la legge non dovrebbe nemmeno passare ma nel caso passasse ... chi si è accorto della illegittimità, o pensa che ci sia qualche cosa di illegittimo, non potrebbe avviare SUBITO dopo la promulgazione della legge, la procedura che attiva la Consulta ?

Io devo per forza pensare a due cose (non ne posso pensare altre):

1) o i parlamentari non conoscono la costituzione (ed è un male inaccettabile)
2) o sono tutti d'accordo nel fottersene del fatto che una legge deve essere legittima (ovvero in armonia con i principi esposti nella Costituzione italiana - quindi anarchia ... quella che loro criticano fortemente)


Pensateci, specialmente voi che VOTATE il meno peggio. Italioti !

Per me la Costituzione italiana è la legge fondamentale ... il resto è MERDA  e per questo motivo RIFIUTO la scheda elettorale

Nota:
In questo articolo si parla di incostituzionalità del Porcellum ... ma non si specifica dove il Porcellum è incostituzionale

Post correlato: la Casta


Nessun commento:

Posta un commento

Il tuo commento non sarà pubblicato subito ma non appena avrò letto la e-mail che mi notificherà il commento in attesa di moderazione. Grazie della collaborazione