INUTILE CERCARE DI FERMARE LE IDEE

INUTILE  CERCARE  DI  FERMARE  LE  IDEE
ALL'INTERNO DI MOLTI POST CI SONO DEI COLLEGAMENTI IPERTESTUALI CHE RIMANDANO AD ALTRI POST O FONTI - SONO RICONOSCIBILI DAL COLORE DEL CARATTERE BLU IN GRASSETTO

giovedì 9 maggio 2013

Si discute della iniziativa Quorum Zero e Più Democrazia in Parlamento: venerdì 17 maggio 2013 – Roma

Copio e incollo dalla Fonte:
Una grande notizia che offre qualche speranza anche a noi cittadini. La proposta di legge di iniziativa popolare “Quorum Zero e Più Democrazia” che è stata depositata in Parlamento il 24 agosto 2012 con 52.000 firme, sarà discussa nella apposita Commissione Affari Istituzionali. Siamo stati contattati da parlamentari del M5S.
Questo avverrà molto presto, il 17 maggio 2013 e 3-4 persone del gruppo che l’aveva pensata si recheranno a Roma a presentarla. Appena avrò notizie maggiori ovviamente le pubblicherò.
Commento personale:
Mi piacerebbe poter andare ed anche intervenire, ma temo che dovrò rinunciare.
E' comunque importantissimo che si parli di tale disegno di legge in sede parlamentare perché non capita spesso che i disegni di legge popolari siano  presi in considerazione ...  soprattutto questo genere di progetti che riguardano il fondamento della democrazia, ovvero l'esercizio della sovranità popolare.
Speriamo che i media divulghino la notizia e che la conferenza stampa sia incentrata su questo disegno di legge popolare, perché diversamente rimarrebbe tutto all'interno delle aule parlamentari e la gente non avrà mai adeguate informazioni riguardanti, appunto, la base della democrazia VERA.

Post correlato dal sito dell'iniziativa

Approfondimenti su tale iniziativa in questa pagina



AGGIORNAMENTO DEL 14 MAGGIO 2013

Mi giunge notizia che la Conferenza Stampa è stata rinviata al 21 maggio 2013.
Leggi altre info alla fonte


AGGIORNAMENTO  DEL  19  MAGGIO  2013

Ulteriore rinvio (SPERIAMO  CHE  SIA  QUELLO  DEFINITIVO): Vai alla fonte.


AGGIORNAMENTO  DEL  21 MAGGIO 2013



AGGIORNAMENTO  DEL  22  MAGGIO 2013

Il Comunicato del portavoce Ufficio Stampa del M5S:

"Matteo Incerti:
QUORUM ZERO: IL POTERE AI CITTADINI NON AI PARTITI: Mercoledì 22 maggio alle ore 15.30 presso la Sala Conferenze stampa della Camera dei Deputati è convocata una conferenza stampa avente come oggetto: Proposta di legge per la democrazia diretta e partecipata: Quorum Zero. Dalla legge d'iniziativa popolare (denominata Quorum Zero e Più Democrazia - NdA) alla proposta di legge costituzionale del Movimento 5 Stelle: il potere ai cittadini non ai partiti.
Parteciperanno :Vito Vito Crimi, capogruppo Movimento 5 Stelle Senato, Enza Blundo
, Bertolomeo Pepe, M5S gruppo parlamentare Senato. Gianni Ceri, Dario Rinco, Emanuele Sarto Comitato nazionale Quorum Zero-Più Democrazia. Riccardo Fraccaro, segretario Ufficio Presidenza Camera dei Deputati Movimento 5 Stelle, Fabiana Dadone M5S gruppo parlamentare Camera dei Deputati."

Riscrivo:
Dalla legge d'iniziativa popolare alla proposta di legge costituzionale del Movimento 5 Stelle

Allora non proporranno alla Commissione parlamentare la discussione del disegno di legge popolare ... ma la discussione di un LORO (nuovo ?) disegno di legge ispirato dal disegno di legge popolare Quorum Zero e Più Democrazia ... 


e quando mai ? La tradizione continua, ovvero che i disegni di legge popolare devono continuare a passare in secondo piano ... quando si mette il culo su quelle poltrone qualche forza misteriosa rende il proprietario del culo che si è seduto sulle poltrone parlamentari (vale anche a livello locale) un'altra persona.

Mi sento sempre un cane sciolto più di quanto pensavo di essere e consiglio al M5S di proporre anche la modifica del comma 2 dell'art. 1 della Costituzione italiana (sarebbe meglio e più consono all'attitudine dimostrata in 64 anni dai parlamentari italici)

L'articolo 1 comma 2 della Costituzione italiana è sostituito dal seguente:

"la sovranità appartiene al popolo, che la esercita attraverso rappresentanti eletti" ... oppure .... "la sovranità appartiene a rappresentanti eletti dal popolo"

Almeno così nessuno potrebbe obiettare più nulla e i parlamentari potrebbero anche stravolgere o modificare i disegni di legge popolari prima ancora di essere esaminati e discussi nelle SEDI ISTITUZIONALI PREVISTE (nella fattispecie delle Commissioni parlamentari).

Non c'è nulla da fare italiani ! Il concetto di democrazia è lontano da tutti coloro che fanno politica e pure dal 99% degli elettori ... ed è anche lontano il giusto concetto di rappresentanza. Chi viene eletto non capisce che "rappresentare" l'elettorato, o parte di esso, significa portare nelle varie sedi istituzionali LE PROPOSTE dei cittadini ESATTAMENTE come sono (senza aggiustamenti).


Nessun commento:

Posta un commento

Il tuo commento non sarà pubblicato subito ma non appena avrò letto la e-mail che mi notificherà il commento in attesa di moderazione. Grazie della collaborazione