INUTILE CERCARE DI FERMARE LE IDEE

INUTILE  CERCARE  DI  FERMARE  LE  IDEE
ALL'INTERNO DI MOLTI POST CI SONO DEI COLLEGAMENTI IPERTESTUALI CHE RIMANDANO AD ALTRI POST O FONTI - SONO RICONOSCIBILI DAL COLORE DEL CARATTERE BLU IN GRASSETTO

martedì 4 giugno 2013

Magari fossi come Gesù Cristo ...

... Un buon cristiano deve almeno sforzarsi di imitarlo, ma in un mondo come questo, e soprattutto in un paese come l'Italia, è difficile "amare il proprio nemico".

Alcuni si domandano come posso attendermi dalla gente che "disprezzo" ciò che vado predicando ... come se alla gente stessi elemosinando qualcosa.

Alla gente spiego quali sono le possibilità che abbiamo TUTTI per orientarci verso una vera democrazia e quali sono i diritti di partecipazione che non conosce e che dovrebbe utilizzare ...  NON PER IL MIO BENE, ma per il bene della collettività e della democrazia.

Mi piacerebbe sapere come considerano il "disprezzo" coloro che pensano che io disprezzi gli italiani (che chiamo ormai quasi sempre italioti), o come si possa manifestare il disprezzo.
il 75% che vota con una legge elettorale come quella che è in vigore da 8 anni in Italia non disprezza sia me e sia la Costituzione italiana ? (legge fondamentale della repubblica)

Se il 75 % della popolazione (votanti) se ne frega della legge fondamentale della repubblica, votando ad esempio con una legge elettorale illegittima che non consente la scelta diretta dei rappresentanti del popolo, e se ne frega dei diritti di partecipazione dei cittadini, compresi i miei, la dovrei forse amare ?
Pazienza chi vota ugualmente ma nello stesso tempo lotta per la democrazia VERA ... ma chi non fa nemmeno quello che persona è ? Una persona da supplicare ? Che deve dare qualche cosa a me personalmente di cui deve privarsi o di cui devo beneficiarne soltanto io ?
Se il 75% della popolazione se ne frega dei diritti di partecipazione inattuati e inutilizzabili previsti fin dal 1948 esposti agli artt. 50, 46 e 102 cost. ... la dovrei forse amare ?
Se il 75% della popolazione se ne frega dei diritti di partecipazione ostacolati (neanche poi tanto intelligentemente) in ogni modo, esposti agli artt. 49, 51, 71, 75, 138, 123, 118 cost. ... la  dovrei forse amare ?
Se il 75% della popolazione non usa gli strumenti che ha per orientarsi verso una democrazia e la reale attuazione del principio espresso al comma 2 art. 1 cost. ... la dovrei forse amare ?

Se esiste una raccolta di principi su cui dovrebbe basarsi la società di cui il 75% se ne frega, a che serve una Costituzione ? A cosa servono le leggi ?
A conclusione:
a me personalmente se il 75% della popolazione vuole continuare a farsi addomesticare e governare da un'accozzaglia di farabutti, per rivalersi sul proprio fratello (che si trova magari sulla stessa barca), è anche libera di farlo ... ma non deve impedire a me di partecipare e decidere.
Chi vuole delegare delega (eletti e cittadini) ... chi vuole partecipare e decidere partecipa e decide ... ecco perché togliere il quorum ai referendum e introdurre strumenti di democrazia diretta di vario genere 
vincolanti per le amministrazioni (locali e nazionali).
In questo modo io posso proporre e decidere, come possono fare lo stesso TUTTI, e chi vuole delegare soltanto persone che neppure conosce e di cui sa poco e niente sulla loro onestà, capacità, competenze (perché sono scelte ed imposte dai cosiddetti partiti) può continuare a farlo tranquillamente.
Chi non conosce i propri diritti è scusabile ovviamente ... ma chi li conosce e fa finta di non conoscerli è una persona che vale molto poco ... come posso amarla se il suo disinteresse  influisce negativamente sulla mia vita ?
Se poi penso a raccomandati, leccaculi, a chi vota un politico e lo propaganda in cambio di qualcosa, a chi cerca di farmi le scarpe per togliermi il necessario lo schifo del tutto ... altro che amare !

Come dico spesso io non devo adulare e adorare nessuno (come fanno i politici) perché non mi occorrono voti e poltrone. A me basta il necessario per vivere ed il diritto/potere di decidere, perché sono nato e vissuto in un paese dove la sovranità appartiene al popolo (che non la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione - non la esercita per niente !)







Nessun commento:

Posta un commento

Il tuo commento non sarà pubblicato subito ma non appena avrò letto la e-mail che mi notificherà il commento in attesa di moderazione. Grazie della collaborazione