INUTILE CERCARE DI FERMARE LE IDEE

INUTILE  CERCARE  DI  FERMARE  LE  IDEE
ALL'INTERNO DI MOLTI POST CI SONO DEI COLLEGAMENTI IPERTESTUALI CHE RIMANDANO AD ALTRI POST O FONTI - SONO RICONOSCIBILI DAL COLORE DEL CARATTERE BLU IN GRASSETTO

mercoledì 1 gennaio 2014

La sinistra italica (PD) aiuta davvero (coi fatti) le classi sociali più deboli ?

A parte il termine "Democratico" che non si addice per niente a questo gruppo (tralascio i particolari per non appesantire la lettura e la comprensione di questo post) passo ad una dimostrazione pratica e comprovata da documenti ufficiali di quanto nei fatti gli esponenti eletti di questo partito politico si comportino diversamente da come si comportano con le chiacchiere in televisione, sui giornali e durante le campagne elettorali.

Premetto che ebbi già avuto a che fare con i sinistri, allora DS, quando fui residente a Vimercate (allora sotto la provincia di Milano) negli anni 1999-2004 circa.
Il sindaco di quel Comune si chiamava Enrico Brambilla (DS) e la maggioranza era appunto DS.
Querelai quel sindaco con soli 7 capi di accusa alla Procura della Repubblica del Tribunale di Monza e di quella querela non ebbi mai avuto notizia.
Mi chiamarono i carabinieri di Monza invitandomi a ritirarla, cosa che io non feci, e non mi fu MAI stata notificata nessuna richiesta di "archiviazione" (come io chiesi per tale eventualità), quindi fu INSABBIATA (questa è la giustizia in Italia).


Il tema per il quale l'amministrazione di sinistra alessandrina ha dimostrato di essere "sensibile" è la "Emergenza abitativa":

L'amministrazione della città di Alessandria che ha vinto le elezioni a maggio del 2012 è di maggioranza PD.


Su 32 membri il Consiglio comunale di Alessandria conta infatti 14 consiglieri di sinistra PD + 1 consigliere di Federazione della Sinistra + 1 consigliere di Sinistra Ecologia e Libertà + 1 consigliere IDV

Fino a maggio 2013 l'amministrazione comunale alessandrina eletta l'anno precedente, e quindi dopo un anno dal suo insediamento, gestiva l'emergenza abitativa attraverso la deliberazione n. 280 del 2003 (quando la Regione aveva modificato la legge sulla materia nel 2010).

Ecco due stralci di quella delibera:




Praticamente erano esclusi dalla graduatoria di assegnazione delle case popolari destinate all'emergenza abitativa (quindi non quelle destinate alle richieste ordinarie da presentarsi all'interno dei bandi periodici pubblicati dall'amministrazione) i cittadini non residenti da ALMENO DUE ANNI nel Comune di Alessandria.

Su mia segnalazione l'amministrazione di SINISTRA ha provveduto a modificare/aggiornare tale deliberazione con una nuova deliberazione (N. 81 del marzo 2013) che non è nemmeno stata pubblicata nell'Albo pretorio online del sito ufficiale del Comune (se non c'ero io a segnalare la cosa andavano avanti con una deliberazione di 10 anni fa ?).

Ecco due stralci di tale deliberazione:






Più chiaro di così si muore no ? I difensori delle classi sociali più deboli hanno portato a TRE ANNI il periodo minimo di residenza per essere inseriti nelle graduatorie di assegnazione degli alloggi popolari di RISERVA (se li hanno tenuti) per "emergenza abitativa".

La legge regionale a cui fatto riferimento da questa amministrazione di SINISTRA recita quanto segue:
Legge regionale 17 febbraio 2010, n. 3
Art. 10
(Riserve)
1.

I comuni sono autorizzati ad assegnare un'aliquota non eccedente il 25 per cento, arrotondata all'unità superiore, degli alloggi che si rendono disponibili su base annua, al di fuori delle graduatorie di cui all'articolo 5, per far fronte alle situazioni di emergenza abitativa previste con il regolamento di cui all'articolo 2, comma 5. I comuni ad alta tensione abitativa sono autorizzati ad assegnare un'ulteriore aliquota non eccedente il 25 per cento degli alloggi che si rendono disponibili su base annua, di cui almeno la metà per far fronte alla sistemazione di nuclei familiari soggetti a sfratto esecutivo.
2.

Per le assegnazioni degli alloggi effettuate su riserva ai sensi del comma 1 devono comunque sussistere i requisiti prescritti all'articolo 3.
3.

Nel caso in cui il beneficiario della riserva sia già assegnatario di alloggio di edilizia sociale divenuto inutilizzabile, i requisiti richiesti sono quelli di permanenza.
4.

La Commissione di cui all'articolo 7, previa verifica dei comuni interessati, accerta i requisiti.
5.

In presenza di situazioni di emergenza abitativa per cui sussistono condizioni di particolare urgenza accertate dal comune, quest'ultimo procede, anche in deroga al possesso dei requisiti di cui all'articolo 3, purché nell'ambito della quota di riserva di cui al comma 1, a sistemazioni provvisorie che non possono eccedere la durata di due anni, non prorogabili o rinnovabili. In tal caso l'ente gestore stipula con l'assegnatario una specifica convenzione a termine.

6.

In caso di calamità naturale, riconosciuta e dichiarata nelle forme di legge, il comune può utilizzare, ai sensi del comma 5, alloggi di edilizia sociale per la sistemazione di nuclei familiari che, a seguito della calamità stessa, non possono risiedere nell'abitazione a qualsiasi titolo condotta, anche in deroga all'aliquota massima prevista dal comma 1.

Ricapitolando:

La delibera precedente, rimasta in vigore 10 anni, che prevedeva 2 anni di residenza nel Comune era in contrasto con la legge regionale ? (anche la precedente legge regionale prevedeva sempre i 3 anni di residenza - per le ordinarie assegnazioni entro i bandi).
O è questa deliberazione in contrasto con la legge regionale - che al comma 5 dell'art. 10 deroga nei casi più urgenti i requisiti di cui all'art. 3 della Legge - fra cui i 3 anni di residenza nel Comune ?

A me in certi casi non servono né AVVOCATI e né TRIBUNALI per comprendere la lingua italiana ... gli avvocati servono solo per difendersi davanti alle autorità giudiziarie perché lo Stato mafioso italico così ha voluto - per impedire ai cittadini meno abbienti di far valere le loro ragioni e diritti in barba all'art. 24 della Costituzione italiana (che è carta straccia per tutti).

Il Patrocinio gratuito, come avevo già spiegato tempo fa è una grande presa per il culo e le ragioni sono nel post al seguente link: http://brunoaprile.blogspot.it/2010/03/la-costituzione-italiana-il-parlamento.html

Per dettagli più approfonditi sulle mie richieste inviate all'amministrazione di SINISTRA alessandrina leggere il post indicato al seguente link:  http://brunoaprile.blogspot.it/2013/09/il-comune-di-alessandria-e-lemergenza.html


AGGIORNAMENTO  DEL  5  GENNAIO  2014

Il nuovo salvatore della sinistra e della patria dice nel suo Blog:http://www.matteorenzi.it/enews-380-2-gennaio-2014/

"Un pensiero particolare a chi ha perso il lavoro e a chi lo sta cercando: speriamo che questo 2014 segni una svolta nella lotta reale, non a parole, contro la disoccupazione. Su questo tema noi ci faremo sentire in modo molto determinato, promesso."

Infatti ... un PENSIERO soltanto ... perché le questioni principali che lui ritiene prioritarie sono:
1) La legge elettorale
2) La riforma del bicameralismo
3) La riforma del titolo V della Costituzione (in sostanza vuole tornare indietro anziché avanzare - chi se ne frega del decentramento previsto dai padri costituenti):

Ma io non mi meraviglio più di tanto di questo parolaio scelto dai capi di quel partito di merda ... mi meraviglio molto di più di quei COGLIONI che lo voteranno e che lo hanno già votato alle primarie ... se poi sono anch'essi senza lavoro o in procinto di perderlo ... sono da sputi in faccia senza preamboli.

Questi sono gli italioti che meritano la fame ! Perché chi è senza lavoro o lo perderà morirà di fame prima che questa forza politica farà qualcosa contro la disoccupazione.
Quanti anni occorreranno per occuparsi prima dei tre punti sopra elencati ? Quanti anni potranno ancora sopravvivere coloro che hanno perduto il lavoro già da anni, ed i loro figli ?

Sia ben chiaro che io non ce l'ho con la sinistra italica ... la sterminerei del tutto. Non che gli altri siano migliori ma la sinistra è semplicemente il peggiore dei mali per il semplice fatto che a differenza degli altri ... è quella che sbandiera da SEMPRE la tutela delle classi sociali più deboli (ed oneste).
Dopo che ha governato anch'essa più di una volta ... non ha più alcuna giustificazione per ciò che NON HA fatto e che POTEVA fare. Per me sono tutti una MERDA ma la sinistra è ancora peggio ... un letamaio indescrivibile.

Nessun commento:

Posta un commento

Il tuo commento non sarà pubblicato subito ma non appena avrò letto la e-mail che mi notificherà il commento in attesa di moderazione. Grazie della collaborazione