INUTILE CERCARE DI FERMARE LE IDEE

INUTILE  CERCARE  DI  FERMARE  LE  IDEE
ALL'INTERNO DI MOLTI POST CI SONO DEI COLLEGAMENTI IPERTESTUALI CHE RIMANDANO AD ALTRI POST O FONTI - SONO RICONOSCIBILI DAL COLORE DEL CARATTERE BLU IN GRASSETTO

martedì 28 gennaio 2014

Ma chi se ne frega dell'olocausto !

Pochi giorni fa i media hanno dato eco all'olocausto operato dal nazismo e come sempre moltissimi italioti hanno dato sfoggio alle loro lacrime di coccodrillo.

Sinceramente non riesco più a distinguere l'idiozia dall'ipocrisia di certi italioti ma l'unica cosa che mi pare evidente è che gli italioti sono italioti e basta ... e la dimostrazione sta nel tempo in cui viviamo.

C'è gente che ancora pensa alle vittime del nazismo senza curarsi delle vittime di Stato che sta mietendo la banda di furfanti che ci governa da oltre 60 anni.

Voglio vedere quando ci raccoglieremo in memoria di quelle vittime di Stato italico che si moltiplicano a ritmo ormai quotidiano da qualche decennio per mano di 945 farabutti che vivono nel lusso rubando e impoverendo famiglie, imprese e persone ONESTE.
I bastardi si modernizzano ... trasformano le dittature in democrazie rappresentative (cambiano solo il nome dei sistemi di governo) ... non usano più campi di concentramento perché la gente viene torturata nelle loro case (con tasse e balzelli di ogni sorta e leggi a tutela di lobbies e mafie varie).

Mi piacerebbe vedere la faccia di quei coccodrilli che si scandalizzano per gli orrori del nazismo quando si trovano davanti a tantissimi ITALIANI che dormono per strada o che chiedono l'elemosina per comprarsi un panino.

Magari voltano la faccia dall'altra parte facendo finta di non vedere le vittime dello Stato italico attuali ... ma si mostrano impietositi dal massacro nazista di un secolo fa.

Povera Italia e poveri italiani (quei pochi rimasti).

5 commenti:

  1. Ma ne esistono ancora, se mai ci fossero stati, italiani?
    Grazie per quanto riterrà rispondermi.

    RispondiElimina
  2. Scusa se rispondo in ritardo Giorgio, ma ho aperto il Blog solo ora ed ho notato il commento in attesa di moderazione. Come ribadisco spesso gli italiani non sono mai esistiti a mio avviso poiché il più grande complotto è iniziato nel lontano 1948. Ho scritto un post al riguardo ed ho anche pubblicato un video in diapositive sul mio canale You Tube con cui spiego il perché ritengo che i problemi in Italia sarebbero iniziati a partire da quella data. Se cerchi in rete utilizzando il motore di ricerca google e digiti nel campo di ricerca "Il più grande complotto italiano" troverai il video che ho citato prima. E' ovvio che se tutto ciò è continuato fino a peggiorare è tutto merito degli italioti che hanno sempre avallato un sistema fallimentare e obsoleto come la "democrazia rappresentativa" con il voto elettivo ad ogni tornata elettorale. Chi è causa del proprio male pianga se stesso si dice ... il problema è che gli italioti non si ritengono responsabili del proprio male e danno sempre la colpa a qualcuno.
    Grazie del tuo commento Giorgio ... e a presto.

    RispondiElimina
  3. Il fardello delle proprie responsabilità è talmente pesante che schiaccia la maggior parte degli individui, è molto più agevole addossarlo ad altri.
    Come potrebbero ammirare il proprio ritrattato di Dorian Gray?

    RispondiElimina
  4. Me ne sono reso conto Giorgio ... quindi "chi è causa del proprio mal pianga se stesso" :-), oppure: "ogni popolo ha i governi (o governanti) che merita.

    RispondiElimina
  5. Esatto!!
    E' la fotografia della realtà, cosa si può fare individualmente se la massa è come sopra descritta?

    RispondiElimina

Il tuo commento non sarà pubblicato subito ma non appena avrò letto la e-mail che mi notificherà il commento in attesa di moderazione. Grazie della collaborazione