INUTILE CERCARE DI FERMARE LE IDEE

INUTILE  CERCARE  DI  FERMARE  LE  IDEE
ALL'INTERNO DI MOLTI POST CI SONO DEI COLLEGAMENTI IPERTESTUALI CHE RIMANDANO AD ALTRI POST O FONTI - SONO RICONOSCIBILI DAL COLORE DEL CARATTERE BLU IN GRASSETTO

martedì 8 dicembre 2015

Approvata la mozione di un consigliere sul referendum comunale propositivo

In un piccolo Comune in provincia di Cagliari, Quartucciu, l'unico consigliere eletto della lista civica 5 stelle (prima che il Movimento 5 Stelle si presentasse alle politiche, così si presentavano i gruppi locali alle amministrative comunali) ha avuto il coraggio di presentare una mozione che è stata approvata dopo un anno dal consiglio comunale.

Non è una vittoria definitiva ma sicuramente di una battaglia che la stragrande maggioranza dei consiglieri eletti nel Movimento 5 Stelle non si sognano nemmeno di fare neppure se in maggioranza. Figuriamoci quelli con UN SOLO consigliere.

La mozione porterà infatti ad un ulteriore approfondimento e discussione del consiglio comunale con l'obiettivo finale della modifica dello Statuto comunale con l'introduzione dei referendum propositivo e abrogativo senza quorum.

Se tutti i consiglieri comunali favorevoli alla democrazia facessero così forse ne parlerebbero anche i media e sempre più persone sarebbero informate sul tema Democrazia Diretta.
Se inoltre tutti i consiglieri che a parole dicono di avere presentato mozioni e quant'altro al riguardo le divulgassero ai cittadini potrebbero anche avere il loro sostegno e maggiore credibilità ai loro occhi.

Un'altra mozione interessante presentata dallo stesso consigliere comunale di Quartucciu riguarda l'acqua, anch'essa approvata dal consiglio comunale.

Una nota di merito va evidenziata per le parole contenute in quest'altra mozione, di importanza fondamentale, perché proprio su questo gli organi centrali dello Stato (parlamento e governo) hanno sempre interferito con l'autonomia e indipendenza delle regioni pur dopo la modifica dell'art. 117 della Costituzione che configurava la gestione degli acquedotti come materia concorrente (attribuendo la potestà legislativa agli enti locali anziché allo Stato).
OVVERO:
Chiede l'impegno a riconoscere anche nel proprio Statuto comunale che il servizio idrico integrato è un servizio pubblico LOCALE PRIVO DI RILEVANZA ECONOMICA, et.
Ecco le due mozioni:

Referendum:
https://drive.google.com/open?id=0B3VJtb29p-kaSzhhRkhZN0U0bjg

Acqua:
https://drive.google.com/open?id=0B3VJtb29p-kaOEhfOXdZc3NDVlE

In bocca al lupo Bruno Flavio Martignano, sperando che anche i cittadini di Quartucciu appoggino l'iniziativa e siano di esempio per TUTTI gli italiani.


Nessun commento:

Posta un commento

Il tuo commento non sarà pubblicato subito ma non appena avrò letto la e-mail che mi notificherà il commento in attesa di moderazione. Grazie della collaborazione