INUTILE CERCARE DI FERMARE LE IDEE

INUTILE  CERCARE  DI  FERMARE  LE  IDEE
ALL'INTERNO DI MOLTI POST CI SONO DEI COLLEGAMENTI IPERTESTUALI CHE RIMANDANO AD ALTRI POST O FONTI - SONO RICONOSCIBILI DAL COLORE DEL CARATTERE BLU IN GRASSETTO

giovedì 15 novembre 2012

Tengo famiglia

Non potevo trovare immagine migliore per questo post, che associa la bandiera italiana alla tipica frase che molti usano dire per giustificare le loro "opere".

Un poliziotto che esegue ordini pur contrari alla legge perché "tiene famiglia";

Un assistente sociale che invece di assistere persone/famiglie in difficoltà aggrava i loro problemi perché riceve ordini dall'alto contrari a quanto prevede la legge perché "tiene famiglia";

Un elettricista che esegue un lavoro commissionatogli dal suo capo o committente ben lontano dalla "regola d'arte" e da quanto previsto dalle norme di sicurezza degli impianti perché "tiene famiglia";

Un magistrato che emette una sentenza che sorprende tutti e crea clamore perché "tiene famiglia";

Un giornalista che pubblica mezze verità o falsità totali e/o NON pubblica ciò che potrebbe pubblicare per fare vera informazione perché "tiene famiglia";

Si potrebbe scrivere un elenco interminabile di persone che chiudono le porte all'etica ed alla deontologia professionale perché "tengono famiglia".

Beh ! Anch'io "tengo famiglia" - come la maggior parte degli esseri umani - perché la famiglia è la prima istituzione NATURALE che compone le popolazioni in ogni parte del mondo, ma forse in Italia questa "frase", che non deve necessariamente essere detta, è usata molto più che in altri paesi "civili" o "civilizzati".

Se il "tenere famiglia" dovesse essere una buona motivazione per chiudere un occhio o entrambi e infrangere una legge, o non applicare una legge, a COSA SERVONO LE LEGGI ?

Viviamo di anarchia no ? Anche se l'anarchia è la prima ad essere criticata/condannata da chi "tiene famiglia" all'interno delle istituzioni.

Sarebbe opportuno riflettere invece sul fatto che ragionando così si sta accentuando una guerra fra poveri ed una disumana competizione fra persone che stanno naufragando sulla stessa barca ... a godimento di quei pochi individui che traggono enormi vantaggi da tale guerra/competizione.


Un solo esempio di chi ragiona così (e che non mi si venga a dire che non esistono precedenti):

In Italia esistono appositi istituti per aiutare gente in difficoltà, come ad esempio la "casa popolare" che una volta era in mano alle istituzioni pubbliche. Queste le hanno VENDUTE ai privati ma rimane comunque tale istituto.
Le richieste sono sempre tante rispetto alle disponibilità (grazie al cazzo ! se le vendi saranno sempre meno quelle da assegnare !) ma comunque esistono delle persone che sono già state dichiarate ASSEGNATARIE ... ma la casa assegnata non c'è, mentre esistono case popolari SFITTE da anni ... e in attesa di cosa ? Non si sa ... o forse si sa ma restano comunque sfitte per anni.
Se qualche assegnatario in attesa da ANNI si incazza e va ad occupare "abusivamente" un edificio popolare SFITTO, gli amministratori eletti chiamano le forze dell'ordine e QUESTE, usando anche la violenza, sbattono in mezzo ad una strada anche DONNE E BAMBINI !
A un ordine del genere io non obbedirei MAI ! Direi a chi me lo ha dato "mi dispiace ma VACCI TU A BUTTARE IN MEZZO AD UNA STRADA DONNE E BAMBINI, che fra l'altro sono anche assegnatarie dell'alloggio popolare ! Pezzo di merda !

Nessun commento:

Posta un commento

Il tuo commento non sarà pubblicato subito ma non appena avrò letto la e-mail che mi notificherà il commento in attesa di moderazione. Grazie della collaborazione