INUTILE CERCARE DI FERMARE LE IDEE

INUTILE  CERCARE  DI  FERMARE  LE  IDEE
ALL'INTERNO DI MOLTI POST CI SONO DEI COLLEGAMENTI IPERTESTUALI CHE RIMANDANO AD ALTRI POST O FONTI - SONO RICONOSCIBILI DAL COLORE DEL CARATTERE BLU IN GRASSETTO

giovedì 16 giugno 2011

Si parla in un Blog della legge elettorale Porcellum

Sono allibito, anche se non è la prima volta che sento discutere di tale legge da vari "esperti" (scusate le virgolette ma sono sempre più perplesso dei nostri esperti).
Anche in questo Blog, http://www.pubblicamente-online.it/?p=2509#comment-23 che addirittura include un appello alla popolazione, si parla del solo premio di maggioranza previsto da tale porcata (stessa definizione data dal proponente di tale legge) e non della sua palese illegittimità costituzionale.
I parlamentari devono essere eletti dai cittadini e non scelti dai partiti. Devono essere eletti DIRETTAMENTE quindi e non indirettamente (attraverso i partiti).
Basta confrontare gli artt. 56 e 58 della Costituzione italiana e se occorre il parere di un esperto per interpretare quando sancito da tali articoli possiamo buttare nel cesso la nostra Legge fondamentale della repubblica e diventare tutti Anarchici... esattamente come chi ci rappresenta, giudica, e da esperto commenta ed opina.

Continuo a sostenere ed a ribadire l'idea che fino a che esisterà una simile legge elettorale, a prescindere da ciò che non abbiano mai fatto né l'opposizione e né altri "esperti" per sottoporla alla Corte Costituzionale, i cittadini dovrebbero rifiutare le schede elettorali (v. il seguente post: http://brunoaprile.blogspot.com/2010/08/il-dovere-primario-di-un-cittadino.html).

I nostri "rappresentanti" devono capire che esiste un limite per raggirare la Costituzione italiana, la Democrazia e l'elettorato.

In un altro paese qualcuno ci avrebbe rimesso le penne ma a quanto pare l'Italia è popolata da persone che preferiscono scannarsi ipocritamente e subdolamente fra loro pur di dimostrare REALMENTE ai politici quanto si sono rotti i coglioni di loro con qualcosa di concreto oltre alle proteste inascoltate da decenni.
Non vedo un'alternativa al NON voto alle prossime politiche per far capire ai rappresentanti che devono cambiare la legge elettorale e non solo ripristinando le preferenze (scelta nominativa dei candidati) ma prevedendo pure che ogni candidato presenti un curriculum che comprenda i certificati dei casellari giudiziali  generale e particolare, oltre alle competenze e conoscenze per ritenersi migliore di tanti altri cittadini nel proporre e decidere leggi e governare un paese.


Se con l'astensione di massa qualcuno pensa che non si otterrà nulla ugualmente (perché tanto vincono sempre loro) figuriamoci così si otterrà con quanto è già stato ampiamente sperimentato da molti cittadini senza alcun risultato. Ormai le lotte di potere sono palesi e non dovrebbero più incantare nessuno (dico e sottolineo "dovrebbero").


Anche votando nuovi partiti con le migliori intenzioni non si avrà una schiacciante maggioranza parlamentare in grado di far cambiare leggi e regolamenti se non dopo secoli (sempre se si avrà mai una tale maggioranza).

Le leggi diventano tali o si modificano se votate dalla maggioranza dei parlamentari ed una coalizione di partiti in grado di ottenere almeno 945/2+1 poltrone in parlamento è un'utopia in Italia, e non la Democrazia Diretta come sostengono alcuni (quest'ultima esiste in molti paesi nel mondo infatti).
https://picasaweb.google.com/brunoaprile.aprile/NonVoto#5588701872322263698

Bruno Aprile - tel. 3472954867 - Locate Varesino (CO) - 16 giugno 2011

Nessun commento:

Posta un commento

Il tuo commento non sarà pubblicato subito ma non appena avrò letto la e-mail che mi notificherà il commento in attesa di moderazione. Grazie della collaborazione