INUTILE CERCARE DI FERMARE LE IDEE

INUTILE  CERCARE  DI  FERMARE  LE  IDEE
ALL'INTERNO DI MOLTI POST CI SONO DEI COLLEGAMENTI IPERTESTUALI CHE RIMANDANO AD ALTRI POST O FONTI - SONO RICONOSCIBILI DAL COLORE DEL CARATTERE BLU IN GRASSETTO

mercoledì 7 dicembre 2011

Insistere ! Insistere ! e Insistere ! (resistere non serve più a nulla)



Sarò anche cocciuto ma credo che occorra necessariamente esaminare in maniera approfondita alcune cose (la superficialità spesso è causa di molti mali).


Scusate se faccio, come premessa, un riassunto (diciamo) delle puntate precedenti e gradirei, una volta tanto, la massima attenzione degli italiani.


Prendetevi un ritaglio di tempo da dedicare ad un'attenta valutazione di quanto segue, non pensate di farlo per me, pensate di farlo per voi, per la democrazia e per il futuro di questo paese in mano a degli avvoltoi !
Art. XVIII comma 4 disp. trans. e finali della Costituzione italiana:"La Costituzione dovrà essere fedelmente osservata come Legge fondamentale della Repubblica da tutti i cittadini e dagli organi dello Stato".
  1. Art. 1 comma 2: "La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione."
  2. Art. 70: "La funzione legislativa è esercitata collettivamente dalle due Camere."
  3. Art. 71: comma 2: "Il popolo esercita l'iniziativa delle leggi, mediante la proposta, da parte di almeno cinquantamila elettori, di un progetto redatto in articoli."
  4. Art. 75 comma 1: "È indetto referendum popolare per deliberare l'abrogazione, totale o parziale, di una legge o di un atto avente valore di legge, quando lo richiedono cinquecentomila elettori o cinque Consigli regionali."
  5. Art. 138 comma 2: "Le leggi stesse sono sottoposte a referendum popolare quando, entro tre mesi dalla loro pubblicazione, ne facciano domanda un quinto dei membri di una Camera o cinquecentomila elettori o cinque Consigli regionali. La legge sottoposta a referendum non è promulgata, se non è approvata dalla maggioranza dei voti validi."
  6. Art. 50: "Tutti i cittadini possono rivolgere petizioni alle Camere per chiedere provvedimenti legislativi o esporre comuni necessità."
Si evidenzia che:
La Costituzione italiana, come essa stessa recita, e che piaccia o meno, è la legge fondamentale della repubblica italiana, è l'unico parametro di riferimento tanto per i cittadini quanto per i rappresentanti e funzionari dello Stato per tutto ciò che concerne il potere di discutere e decidere (leggi, regolamenti e quant'altro).

Deve essere rispettata da tutti, soprattutto dal parlamento perché esercita la funzione legislativa, e le leggi che regolano le attività di chiunque devono essere in armonia con i principi esposti nella Costituzione (artt. 134 e 136 Cost.).


I padri costituenti hanno affidato al parlamento la FUNZIONE legislativa e non l'onnipotenza
legislativa e questo implica che al parlamento spetta il compito di portare a termine secondo un iter la formazione delle leggi. Se queste leggi vengono proposte direttamente dal sovrano (popolo) devono quanto meno essere discusse per prime !

La sovranità che appartiene al popolo viene esercitata dal popolo non solo attraverso dei rappresentanti eletti dal popolo stesso (art. 55, 56 e 58 Cost.), ma anche attraverso l'azione diretta del popolo mediante la presentazione di:
  • Petizioni (v. al punto 6 )
  • Proposte di legge (v. al punto 3)
  • Referendum abrogativi - per leggi ordinarie (v. al punto 4)
  • Referendum confermativi - per leggi costituzionali o di revisione costituzionale (v. al punto 5)
Questi 4 punti sono DIRITTI COSTITUZIONALI DEL POPOLO SOVRANO ! (dei cittadini) e sono stati regolamentati con una sola ed infame lurida legge !
La legge 25 maggio 1970 n. 352


Attraverso questa legge al popolo gli si sono legate le mani ! Tutto quanto concerne l'azione diretta costituzionale del popolo sovrano (solo sulla carta) è stato IMPEDITO, non solo ostacolato !


Il popolo, allo stato attuale, non può fare nulla a meno che.... non proponga una petizione sottoscritta dalla maggioranza degli aventi diritto al voto con la quale si chieda al parlamento di modificare questa lurida ed infame legge ! Non c'è altro strumento accessibile !


Perché ?
  • Non è stato previsto NULLA riguardo alle modalità di utilizzo ed eventuali vincoli della petizione di cui all'art. 50 Cost. e quindi è inutilizzabile se sottoscritta da 4 gatti.
  • Non è stato previsto alcun vincolo e calendarizzazione specifica per i disegni di iniziativa popolare di cui all'art. 71 Cost. e quindi il parlamento attraverso i regolamenti interni delle camere ha deciso quello che ha voluto ! (Leggere ad es. questo documento - e se non afferrate o non volete leggere tutto il regolamento leggete questo documento
  • E' stata imposta l'autenticazione delle 500.000 firme degli elettori per indire referendum abrogativo e confermativo da presentarsi fra l'altro, nel primo caso, entro tre mesi di tempo dalla data del timbro apposto sul PRIMO modulo di raccolta delle firme (impresa IMPOSSIBILE a dei semplici cittadini ma facile ai partiti - che si sono impossessati di tale strumento cui è titolare, sulla carta costituzionale IL POPOLO ! - ecco perché li propongono e li promuovono sempre loro stessi !)
CONCLUSIONI:

I cittadini che si rendono conto di essere in balia di una Casta (termine ormai noto e diffuso nello stesso ambiente politico):
  •  vogliono abrogare una legge o parte di essa ? Devono rimuovere gli ostacoli posti dalla Casta... altrimenti i referendum saranno sempre nelle mani dei partiti (ovvero in mano loro)
  • vogliono poter confermare una legge fatta dal parlamento che modifichi la Costituzione ? idem come sopra
  • vogliono modificare una Legge o addirittura la Costituzione italiana ? Lo possono fare soltanto presentando un disegno di legge popolare che però può anche non essere MAI discusso (ed abbiamo esempi recenti - ad es. il ddl Grillo - parlamento pulito) per gli ostacoli già descritti !
Questi ostacoli sono stati tutti posti mediante una sola legge ! quella che ho citato e linkato (basta cliccarci sopra e leggerla).

Con tutte le cazzo di manifestazioni, conferenze e convegni vari che si consumano da decenni in italia... si riuscirà mai  a organizzare qualcosa incentrata su questa legge di merda ?.....
Nessuno vi sbatterà in galera sapete ?
Perché una petizione per chiedere interventi legislativi è un diritto costituzionale dei cittadini !!!!

Non ci resta quindi che la Petizione poiché pur non essendo mai stata regolamentata con Legge non ha neppure nessun ostacolo se non quello di essere sostenuta da pochi cittadini elettori !

Se fosse sottoscritta dalla maggioranza degli aventi diritto al voto, ovvero da 25.000.000 di italiani non ci sarebbe alcun alibi per i rappresentanti del popolo, perché se la democrazia prevede la decisione presa da una maggioranza... nessun rappresentante può negare una decisione presa dalla maggioranza degli aventi diritto al voto !

Se vogliamo provare a fare qualche significativo passo avanti... cominciamo a diffondere, dopo avere fatto ogni opportuna verifica ed attenta meditazione, questa petizione che per ora è soltanto online.


N.B. Avete notato che la legge 352/70 è entrata in vigore non prima del 1 luglio 1970 e il regolamento della Camera è stato deliberato 7 mesi DOPO ?

A livello locale, invece, è tutto molto più facile ! Basta chiedere agli amministratori che applichino una legge esistente da 11 anni ma non ancora dovutamente, in alcuni casi, ed onestamente, in altri casi, applicata ! Artt. 8 e 70 del Dlgs 267/00.


Concedetemi, almeno come sfogo, l'esclamazione finale.... PORCA  PUTTANA !!

6 commenti:

  1. soltanto chi è ipocrita e in malafede non riuscirà a capire quanto da te sviluppato in questa nota.
    Per gli addetti ai lavori è vangelo!

    RispondiElimina
  2. Io non giudico nessuno, a priori, attendo e mi regolo poi di conseguenza. Quanto meno spero che giungano domande, critiche, considerazioni e quant'altro di simile. Vedremo a tempo debito. Grazie Giusy !!

    RispondiElimina
  3. Ti faccio presente che per visualizzare il link ci vuole la password di google

    RispondiElimina
  4. Grazie Andrea... verificherò perché ero convinto di avere reso pubblici i documenti linkati all'interno del post... credo che tu ti riferisca a quelli... giusto ? se per favore mi indicheresti a quale link ti riferisci sarei più facilitato. Grazie e ciao Andrea

    RispondiElimina
  5. Ciao, bruno.
    Tutti i link che portano al sito di google


    Quelli che iniziano con https://docs.google.com/...........

    Ciao

    RispondiElimina
  6. Immaginavo Andrea... ma è molto strano perché ho provato a cliccarci sopra dopo essere uscito dal mio account Google e li apro e visualizzo. Non so come mai. Attendo che qualcun altro abbia verificato la stessa cosa che accade a te. Nel frattempo ti consiglio di aggiornare la pagina web o cancellare la cache di esplorazione e riprovare... magari cambiando anche browser

    RispondiElimina

Il tuo commento non sarà pubblicato subito ma non appena avrò letto la e-mail che mi notificherà il commento in attesa di moderazione. Grazie della collaborazione