INUTILE CERCARE DI FERMARE LE IDEE

INUTILE  CERCARE  DI  FERMARE  LE  IDEE
ALL'INTERNO DI MOLTI POST CI SONO DEI COLLEGAMENTI IPERTESTUALI CHE RIMANDANO AD ALTRI POST O FONTI - SONO RICONOSCIBILI DAL COLORE DEL CARATTERE BLU IN GRASSETTO

domenica 24 novembre 2013

Genitori troppo vecchi - via la figlia !

Quando sento fatti inerenti a questa questione, anch'essa una delle tante ANTICHE piaghe italiche di cui si parla (solo) da decenni; piaga che conosco bene al punto di avere fondato un Comitato che avevo battezzato col nome "Genitori di Figli Sequestrati", nome che aveva fatto sorridere un parlamentare italico quando lo avevo menzionato ad un convegno sul tema tenutosi tanti anni fa a Cremona ... parlamentare che non ha però saputo rispondere alle osservazioni che avevo esposto in pochi minuti in un mio intervento fatto in qualità di presidente di detto Comitato (e quando mai i parlamentari sanno rispondere a certe domande ?), non posso fare a meno di rispolverare la legge per ricordare agli italiani, ai media ed alle persone coinvolte soprattutto, che i Tribunali per i Minorenni e, nella fattispecie del caso a cui farò riferimento, pure la Suprema Corte di Cassazione continuano a giocare SPORCO ... MOLTO SPORCO ... come fanno spesso in quasi tutti i casi di sottrazione COATTA di minori dalle loro famiglie di origine.

Mi rendo conto che per molti può essere palloso esaminare e ragionare con le leggi alla mano ... ma se non si vuole focalizzare che lo Stato, attraverso le sue istituzioni, in certi casi infrange le stesse leggi che sforna, e i diritti dei cittadini tutelati dalle stesse leggi che sforna,  per imporre la sua autorità totalitaria ... non si comprenderà mai che le leggi devono essere rispettate da TUTTI ... e chi viola la legge deve essere punito a prescindere dal soggetto che la infrange ! E' inutile continuare a blaterare per evidenziare l'aspetto umano che caratterizza spesso queste vicende.
Infatti ogni giudice minorile che interveniva in Tv per giustificare la posizione dei Tribunali per i Minorenni non faceva altro che ripetere le stesse parole: "comprendiamo la sofferenza dei genitori ma noi ci atteniamo alla legge ed all'interesse primario dei minori".
In sostanza si giustificano dietro alla LEGGE che gli consente certi comportamenti e giudizi !

In altre parole:
Quando esistono delle leggi, le critiche al comportamento di figure istituzionali che può sembrare poco rispettoso dei diritti umani o disumano servono a ben poco, perché sono previsti DALLA LEGGE !
Continuare, come fanno i media, a sollevare il caso umano senza dire o far dire chiaramente da chi queste cose le conosce bene e le ha approfondite anche in termini legali, che sono dei FUORI LEGGE sia i Tribunali per i Minorenni e sia i consulenti che si rendono complici di questi veri e propri SEQUESTRI di persona ILLEGALI, è inutile ! E' come voler continuare a sensibilizzare gente che di coscienza non ne ha e che andrebbe invece impiccata per l'ipocrisia che dimostra !

E' più di un decennio che sento sempre i media sollevare scandali come per sensibilizzare la coscienza del legislatore affinché modifichi forse la legge. Ma se il legislatore NON ha una coscienza su una determinata questione e non modifica MAI la legge è inutile insistere.

Quando una legge viene violata, o raggirata, deve essere garantita la PUNIZIONE di chi l'ha  violata !  Porca troia ! Nessuno che violi la legge deve essere esente dalla punizione ... nemmeno un giudice o un collegio di giudici.
A cosa serve avere un Consiglio Superiore della Magistratura ? Che costa un sacco di quattrini anch'esso ?
Il C.S.M. ha anche il compito di disciplinare i magistrati che non rispettano la legge a cui SOGGETTI (cfr. artt. 101, 104, 105 e 107 Cost.).

Porca troia !

Veniamo al caso che intendo commentare esposto sommariamente in questo articolo stampa:

Il Tribunale per i Minorenni, che è la prima autorità giudiziaria che entra in campo a giudicare questi casi, non può, con decreto, sottrarre i figli a due genitori perché troppo vecchi, poiché sarebbe ILLEGALE !
La legge infatti prevede un limite massimo di differenza di età fra i minori e le persone che intendono ADOTTARE figli ... non prevede un limite di età nei casi di parto naturale.

L'UNICO motivo che consente al Tribunale di allontanare e dare in adozione a terzi i figli altrui è l'ABBANDONO di minore, che deve prima accertare. Nel frattempo deve garantire il mantenimento delle relazioni familiari dei minori sottratti con la famiglia di origine (lo dice la legge nazionale e la convenzione internazionale ONU sui Diritti del Fanciullo sottoscritta dal governo italico e ratificata dal parlamento italico tanti anni fa).

Solo l'abbandono accertato di minore può consentire l'adozione definitiva, e in questo caso l'abbandono NON E' stato confermato (lo hanno dichiarato i genitori intervistati in TV - a cui io CREDO perché ho esaminato decine e decine di fascicoli di decine e decine di casi simili e conosco il cavallo e la prassi adottata da quei tribunali).

Art. 8 comma 1 Legge 28 marzo 2001, n. 149:
DELLA DICHIARAZIONE DI ADOTTABILITÀ

Art. 8.
     1. L’articolo 8 della legge n.  184 è sostituito dal seguente:
    «Art. 8. – 1. Sono dichiarati in stato di adottabilità dal tribunale per i minorenni del distretto nel quale si trovano, i minori di cui sia accertata la situazione di abbandono perché privi di assistenza morale e materiale da parte dei genitori o dei parenti tenuti a provvedervi, purchè la mancanza di assistenza non sia dovuta a causa di forza maggiore di carattere transitorio.
    2. La situazione di abbandono sussiste, sempre che ricorrano le condizioni di cui al comma 1, anche quando i minori si trovino presso istituti di assistenza pubblici o privati o comunità di tipo familiare ovvero siano in affidamento familiare.
    3. Non sussiste causa di forza maggiore quando i soggetti di cui al comma 1 rifiutano le misure di sostegno offerte dai servizi sociali locali e tale rifiuto viene ritenuto ingiustificato dal giudice.
    4. Il procedimento di adottabilità deve svolgersi fin dall’inizio con l’assistenza legale del minore e dei genitori o degli altri parenti, di cui al comma 2 dell’articolo 10».

Domanda:
Come si fa ad accertare lo stato di abbandono di un minore da parte dei suoi genitori dopo soli 18 giorni dalla sua nascita ?

Risposta:
Il solo fatto che la madre partoriente sia rimasta in ospedale con la figlia per ben 28 giorni fa pensare che si è complottato già il progetto di sottrarre la figlia ai suoi genitori ... perché nessuna madre rimane in ospedale per 28 giorni, anche se ha dato alla luce il proprio figlio con parto cesareo.
Ovviamente in questi 28 giorni qualcuno doveva STUDIARE il modo per sottrarre legalmente la figlia ai suoi genitori e come avevo dichiarato diverse volte in altre occasioni, costruire le situazioni per legalizzare tali sequestri, per delle autorità giudiziarie che agiscono impunemente da decenni falsificando ogni situazione, è facilissimo ... è solo questione di tempo.

Gli abbandoni decretati SEMPRE da questi Tribunali sono quasi sempre INESISTENTI ! Sono, come già detto, l'unico pretesto che consente loro di legalizzare i sequestri di minori ai loro genitori.

Andiamo avanti:
Una volta che la Corte d'Appello (da quanto ho capito di questa vicenda narrata in TV) ha sentenziato che non c'è mai stato l'abbandono, il Tribunale per i Minorenni avrebbe dovuto IMMEDIATAMENTE restituire la figlia ai genitori perché è venuta a mancare la ragione che ha generato il provvedimento:

Articolo 4 comma 5 della succitata legge:
"L’affidamento familiare cessa con provvedimento della stessa autorità che lo ha disposto, valutato l’interesse del minore, quando sia venuta meno la situazione di difficoltà temporanea della famiglia d’origine che lo ha determinato, ovvero nel caso in cui la prosecuzione di esso rechi pregiudizio al minore."

Se il Tribunale per i Minorenni di Torino ha affidato la figlia ai Servizi Sociali per verificare l'eventuale situazione di abbandono della minore e ha dichiarato poi l'abbandono della minore per interrompere definitivamente ogni rapporto coi suoi genitori naturali, seppur CONTRO LA LEGGE (i rapporti devono essere interrotti solo dopo avere decretato l'adozione definitiva - NON PRIMA - vedi nota in calce), perché aveva già in mente l'adozione, una volta che tale abbandono NON è stato confermato da altra autorità giudiziaria di grado superiore ... il dovere del tribunale è quello di restituire la figlia ai suoi genitori perché è venuto meno il motivo che ha determinato il provvedimento di allontanamento dai suoi genitori e/o la successiva dichiarazione dello stato di adottabilità.

Ma non è il primo caso in cui le Corti d'Appello e la Corte di Cassazione ribaltano le decisioni dei Tribunali per i Minorenni ma i figli rimangono lontani dai genitori naturali dopo essere cresciuti lontani da loro per decenni a volte ! In questo caso la Corte di Cassazione ha confermato una porcheria immane.

Nonostante l'Italia sia stata più volte condannata dalla Corte Europea di Strasburgo per  violazione dell'art. 8 della Convenzione Europea sui Diritti e sulle Libertà Fondamentali dell'Uomo, e sia stata ammonita più volte, per le stesse ragioni, dalla Commissione che vigila sull'applicazione  della Convenzione ONU sui "Diritti del Fancilullo" ... questo Stato, attraverso Tribunali e Servizi Sociali, continua a sequestrare BAMBINI ai propri genitori in base a quello che sembra giusto ad alcuni giudici e chissà chi altri, invece di applicare le leggi a tutela dei diritti dei minori (leggi nazionali ed internazionali sottoscritte dal governo italico).

Nota:
Art. 27 comma 3 Legge 4 maggio 1987, n. 193 (che la legge 149/01 non abroga e non modifica):

"Con l'adozione cessano i rapporti dell'adottato verso la famiglia d'origine, salvi i divieti matrimoniali."

Non PRIMA - come hanno sempre fatto i Tribunali per i Minorenni - senza un cazzo di avvocato che avesse sollevato mai questa VIOLAZIONE di legge.

CONCLUSIONI:

Se esistono delle leggi vanno applicate e rispettate da TUTTI ... giudici compresi !
Se alcune leggi non sono più opportune o risultano lacunose SI MODIFICANO !
Perché se ognuno fa come cazzo vuole indipendentemente da quanto stabilito da una legge si impoveriscono le persone che, sapendo di avere la legge a favore, spendono quattrini a non finire in avvocati ... che sono gli unici a trarre profitto da questi ignobili casi !

CHIARO ?????

In questo mio vecchio documento consegnato brevi manu nel 2004 al parlamento italico ...c'è un riassunto delle prassi assurde adottate dallo Stato italico sulla materia:


Nessun commento:

Posta un commento

Il tuo commento non sarà pubblicato subito ma non appena avrò letto la e-mail che mi notificherà il commento in attesa di moderazione. Grazie della collaborazione