INUTILE CERCARE DI FERMARE LE IDEE

INUTILE  CERCARE  DI  FERMARE  LE  IDEE
ALL'INTERNO DI MOLTI POST CI SONO DEI COLLEGAMENTI IPERTESTUALI CHE RIMANDANO AD ALTRI POST O FONTI - SONO RICONOSCIBILI DAL COLORE DEL CARATTERE BLU IN GRASSETTO

venerdì 22 giugno 2012

Ma a che giova parlare a degli idioti ?

Ovviamente molta gente non conosce quanto di seguito descritto ed è giustificata ... ma molta altra gente è perfettamente al corrente (perché informata dal sottoscritto in diversi modi e carta alla mano) ed è con questi ultimi che non intendo più sprecare fiato e tempo.


Come la Costituzione prevedeva fin dalla sua entrata in vigore (63 anni fa) la partecipazione diretta dei cittadini alla politica e i parlamerdari italici hanno ostacolato tali diritti/principi costituzionali con una sola lurida legge attuativa (Legge 352/70) a tal punto da scoraggiarne l'utilizzo e vanificarne il fine (la sovranità appartiene al popolo), così pure a livello comunale gli amministratori (figli della stessa madre - esponenti dei partiti politici in parlamento) hanno usato lo stesso metodo (per gli ostacoli di cui sopra leggere questa petizione)


Riporto di seguito quanto espresso al solo comma 3 articolo 8 del Dlgs 267/00:
"Nello statuto devono essere previste forme di consultazione della popolazione nonché procedure per l'ammissione di istanze, petizioni e proposte di cittadini singoli o associati dirette a promuovere interventi per la migliore tutela di interessi collettivi e devono essere, altresi, determinate le garanzie per il loro tempestivo esame. Possono essere, altresi, previsti referendum anche su richiesta di un adeguato numero di cittadini."
Ora:
Se gli amministratori modificano (hanno modificato) gli Statuti comunali ma:

  • Rimandano a Regolamenti le modalità di accesso e di utilizzo di quanto introdotto negli Statuti comunali e tali regolamenti non li fanno !
  • Se chiedono un numero esagerato di cittadini/firme per far partire una proposta popolare
  • Se chiedono l'autenticazione delle firme attraverso un sistema assurdamente macchinoso e dispendioso e senza dare adeguate informazioni delle iniziative in corso
  • Se vogliono comunque decidere diversamente da quanto espresso dai cittadini (v. ad es. il referendum consultivo)
- Mi sapete spiegare a cosa servono la Costituzione e la Legge ?
- Mi sapete spiegare che  sovranità può esercitare il popolo in questo modo ?
- Mi sapete spiegare che votate a fare ancora chi vi nega i diritti più importanti ?

Quando vi sarete svegliati, cari italioti, io non ci sarò più (ho superato i 50 anni) forse chiederete con insistenza che tali principi (costituzionali e legislativi) siano applicati secondo lo spirito della democrazia e forse l'Italia cambierà sotto molti aspetti ...
Fino a che queste cose non le chiederete voi nulla faranno i rappresentanti che ancora VOTATE ogni 5 anni ! 

Non lo avete ancora capito ?

P.S.
Qualcuno potrebbe dire: "ma se rendiamo tutto più facile ai cittadini bloccheremmo l'attività dei rappresentanti"
Al che personalmente rispondo:
Per tutto quanto hanno prodotto in 63 anni di repubblica costituzionale (teoricamente democratica) sarebbe anche ora di bloccare la loro attività ... ma principalmente dico:
"Vorremmo bloccare l'attività del sovrano ? Allora ?"
Quando il popolo avrà i giusti poteri e gli strumenti di democrazia diretta adeguatamente ed onestamente regolamentati... i rappresentanti agiranno diversamente e forse inizieranno a svolgere il loro ruolo come avrebbero dovuto fare fin dal 1948 !


Se a qualche gruppo di cittadini associati in comitati o associazioni o liste civiche dovesse sorgere la brillante idea di chiederli alla propria amministrazione qui c'è uno standard:
Migliorare la Democrazia




Nessun commento:

Posta un commento

Il tuo commento non sarà pubblicato subito ma non appena avrò letto la e-mail che mi notificherà il commento in attesa di moderazione. Grazie della collaborazione