INUTILE CERCARE DI FERMARE LE IDEE

INUTILE  CERCARE  DI  FERMARE  LE  IDEE
ALL'INTERNO DI MOLTI POST CI SONO DEI COLLEGAMENTI IPERTESTUALI CHE RIMANDANO AD ALTRI POST O FONTI - SONO RICONOSCIBILI DAL COLORE DEL CARATTERE BLU IN GRASSETTO

sabato 29 dicembre 2012

A che serve il cervello ? (Petizione e legge elettorale)

Quante volte ho evidenziato il fatto che ai cittadini è stato negato un diritto costituzionale fondamentale della democrazia come quello esposto all'art. 50 della nostra costituzione ?

"Tutti i cittadini possono rivolgere petizioni alle Camere per chiedere provvedimenti legislativi o esporre comuni necessità."

Quanti riscontri o interesse ho riscontrato nel ribadire spesso tale fattore ?
ZERO ! (in considerazione della portata di gente che si può raggiungere oggi attraverso la rete internet - Blogs, Networks, Forum, etc.).

Andiamo avanti così (o forse è meglio dire "andiamo indietro" a meno che qualcuno sia convinto che stiamo progredendo) sperando sempre in qualche salvatore (politico o partito politico).

L'attuale legge elettorale, come ho più volte sottolineato, è palesemente illegittima (incostituzionale o anti-costituzionale) ed è fortemente criticata da molti ... nondimeno molti sono ancora propensi a votare con questa legge.

Abbiamo avuto un'ennesima e attualissima prova che dimostra, nonostante le chiacchiere di parlamentari di ogni colore politico che sembravano volerla modificare a tutti i costi prima delle imminenti elezioni politiche 2013, quanto sia inaffidabile il nostro parlamento ... poiché si voterà (chi voterà) ancora con questa legge elettorale di merda per la TERZA volta !

E' evidente che la classe politica, TUTTA, ovvero il parlamento italico non vogliono modificare tale legge !
Cosa può fare in questo caso, o in casi analoghi, un popolo sulla carta sovrano ? (art. 1 comma 2 cost.).

Può chiedere al parlamento provvedimenti legislativi ! Ovvero che modifichi la legge elettorale. Il sovrano può chiedere ai suoi rappresentanti quello che essi, nel loro insieme, non vogliono fare concretamente ! 

Come ?
Con una petizione (art. 50 cost.) ... ma SOLO SE QUESTA FOSSE (stata)  REGOLAMENTATA CON UNA LEGGE ! COME E' STATO FATTO A LIVELLO LOCALE (Art. 8 Dlgs 267/00 comma 3) e come è stato fatto a livello nazionale con l'iniziativa legislativa popolare e i referendum: abrogativo di legge ordinaria e confermativo di legge costituzionale o di revisione costituzionale (Legge 352/70) anche se MALE ! Ovvero impedendo di fatto al popolo di utilizzare anche questi strumenti di DEMOCRAZIA DIRETTA.
Provate infatti VOI a costituirvi in un comitato di 10 cittadini e raccogliere 500.000 firme autenticate da consegnarsi in soli tre mesi di tempo, col sistema di vidimazione dei fogli di raccolta firme, autenticazione e certificazione delle firme ! Poi mi saprete dire se ci sarete riusciti.


Allo stato attuale, in merito alla petizione, occorre usare il "condizionale" del verbo "potere", ovvero il popolo "potrebbe" ... chiedere al parlamento un provvedimento legislativo, poiché non esiste ancora una legge che stabilisca le modalità di utilizzo della petizione popolare e nessuno pensa di proporla ! Quindi il popolo non può fare nemmeno questo !

Ergo il popolo deve attendere che il parlamento faccia o modifichi una legge di merda quando la legge fondamentale di questa repubblica stabilisce ben altro.
Quindi se il parlamento non emana o non modifica una legge ... il popolo (secondo i nostri politici) deve sottostare alla legge anche se questa è in palese contrasto con la legge fondamentale dello Stato, essendo sulla Carta Sovrano ?

Ma a cosa serve il cervello ?

Visto che non ci è stato concesso il diritto esposto all'art. 50 Cost., l'unico modo per "osservare fedelmente la costituzione italiana quale legge fondamentale" dello Stato è DISOBBEDIRE ! Ovvero NON votare con una legge elettorale come quella attualmente in vigore in ITALIA !

Lascio democraticamente la parola agli esperti e facoltosi (del cazzo) con una postilla aperta a qualsiasi "onorevole":

Egr. "onorevole",
guardi che Lei, per il ruolo che ha scelto di avere nella società e per il ruolo che in effetti ha nella società, non può rispondere come risponderebbe un cittadino ignorante che forse vuole rimanere nell'ignoranza.
A Lei non è consentito sminuire, e tanto meno ignorare, quanto stabilito dalla legge fondamentale della repubblica italiana o rispondere come farebbe un cittadino che non ricopre il Suo ruolo ... se lo schiaffi in quel cervello bacato che ha.

P.Q.M
Io rifiuto la scheda elettorale


Nessun commento:

Posta un commento

Il tuo commento non sarà pubblicato subito ma non appena avrò letto la e-mail che mi notificherà il commento in attesa di moderazione. Grazie della collaborazione