INUTILE CERCARE DI FERMARE LE IDEE

INUTILE  CERCARE  DI  FERMARE  LE  IDEE
ALL'INTERNO DI MOLTI POST CI SONO DEI COLLEGAMENTI IPERTESTUALI CHE RIMANDANO AD ALTRI POST O FONTI - SONO RICONOSCIBILI DAL COLORE DEL CARATTERE BLU IN GRASSETTO

mercoledì 26 dicembre 2012

IL WEB (La rete Internet)

C'è chi sostiene che Il World Wide Web (Grande Rete Mondiale), ossia Internet, sia un importantissimo strumento di informazione che ha ovviato fortemente alla disinformazione o all'informazione pilotata dai potenti potentati e dalle lobbies che si sono impadronite dei media da secoli.

Attraverso la rete Internet ogni persona può crearsi un Blog dove scrivere le proprie opinioni (dove è permesso) o dare/scambiare informazioni.

Spesso nel Web si trovano informazioni più reali e complete di quelle che diffondono i tradizionali mezzi di informazione asserviti ai poteri forti.

Nondimeno chi ha interesse a disinformare come sempre o a fare un certa informazione (pilotata) perché tutto resti com'è, a vantaggio dei soliti, può utilizzare anch'egli il Web e i Blog.

Sta quindi a chi si serve del Web, per informarsi o documentarsi meglio, saper individuare chi usa la rete internet, i blog e quant'altro per continuare a disinformare o a informare realmente.

Non posso dire che quello che scrivo io è la verità assoluta perché chi scrive il contrario direbbe o farebbe intendere la stessa cosa.

E' compito e interesse dei lettori trovare un sistema per capire chi è più onesto e in buona fede nel diffondere notizie e informazioni.

Io cerco, nei limiti del possibile, di citare fonti, leggi e sopratutto la legge fondamentale della Repubblica italiana, documenti, ovvero di dare elementi di confronto ... perché ritengo che credere sulla parola senza verificare non sia conveniente.

Se andiamo a credere ad esempio alle parole dei politici italiani e andiamo  poi a verificare come votano certi disegni di legge, emendamenti, mozioni, etc. c'è da scompisciarsi dalle risate.

Il potere si regge sulla MENZOGNA e da come stanno andando le cose in Italia c'è ben poco da credere sulla fiducia alle parole dei politici ... figuriamoci a quelle degli altri.

Nessun commento:

Posta un commento

Il tuo commento non sarà pubblicato subito ma non appena avrò letto la e-mail che mi notificherà il commento in attesa di moderazione. Grazie della collaborazione